L'ipotesi è che i punti formino un quadrato e che la soluzione si debba trovare dentro tale quadrato, una condizione autoimposta che non viene certo data nelle istruzioni. Le ragioni dell'insuccesso non vannno dunque cercate nell'impossibilità del compito, ma piuttosto nella soluzione adottata per risolverlo.

Via Tolosano 100

48018   FAENZA   (RA)

389 6016015

© 2019 by

Roberto Quadalti.

Proudly created with Wix.com

L'esempio è tratto da "Change. Sulla formazione e la soluzione dei problemi" di P. Watzlawick et al. (1974)